domenica 27 gennaio 2019

Wrap di pollo

Classica preparazione da fast food, in alternativa al panino o ai bocconcini di pollo...anche la wrap non poteva mancare, pertanto, nella rosa dei manicaretti riprodotti ai miei fornelli, soprattutto dopo averla proposta in assaggio a Davide, quando accetterà l'invito di essere ospite alla mia tavola assieme al nostro amichetto Tommaso.
Ecco, caro Davide...Luca ed io intanto abbiam fatto da cavie (versione con e senza pomodori) e direi che l'esperimento è più che ben riuscito, per cui...quando vuoi...ti aspettiamo!
Prima di procedere con l'illustrazione della preparazione, vorrei farvi una piccola premessa sulla nomenclatura: "wrap" nella lingua inglese vuol dire "avvolgere" e, di fatto, la wrap è un rotolo per il quale si utilizza in genere una piadina o anche una tortilla di grano o una pita, che avvolge un ripieno di pollame o carne affumicata o pesce, arricchito da lattuga sminuzzata, cubetti di pomodoro ed altri ingredienti a piacere, quali pancetta, cipolle, funghi, formaggio e salse varie, dalla maionese alla senape...ancor meglio il "ranch", condimento per insalate più venduto sin dagli anni '90.
Ma dopo queste premesse, direi di passare a mostrarvi la mia wrap, versione semplice, con sola maionese, insalata e pomodoro e listerelle di cotoletta di pollo...

Ho scelto una piadina, che è l'involucro più comunemente utilizzato nei fast food che ho visitato sinora.
Dopo averla fatta scottare da ambo i lati per qualche minuto, vi ho adagiato sopra la lattuga, condita con un po' di olio e sale (meglio ancora se la condite direttamente con la salsa prescelta)

Ho aggiunto gli spicchi di pomodoro (la prossima volta li ridurrò a più piccoli cubetti)

e la cotoletta di pollo, previamente fritta e tagliata a pezzi

Una generosa irrorata di salsa maionese

e voilà...la mia ricca wrap...così ricca che ha faticato a chiudersi 😂...ma ho preferito lasciarla in questa versione "tanta" sì da mostrarvi anche l'interno del rotolo.

Peperoni ripieni con patate, formaggio e speck

Che buoni i peperoni...anche fuori stagione...e soprattutto farciti, con riso, carne, salumi, formaggi...!
Per questa ricetta ho scelto una varietà definita "corno" e li ho farciti con purea di patate, dadini di caciocavallo e julienne di speck. Il risultato è stato straordinario!!

Ingredienti per 2 persone:

- 2 peperoni rossi varietà "corno"
- 2 patate medie
- una larga fetta di caciocavallo
- 4 fette di speck
- olio e sale q.b.

Dopo aver pulito i peperoni, pronti per essere ripieni, mi sono dedicata alla farcia: ho lessato e sbucciato le patate e poi le ho passate allo schiacciapatate

Alla purea, ho aggiunto il caciocavallo ridotto a cubetti e lo speck tagliuzzato a julienne
Ho mescolato il ripieno (al quale non ho ritenuto di aggiungere sale, per via della sapidità sufficientemente apportata dalla presenza del formaggio e salume) e vi ho farcito con esso l'interno dei peperoni

A vostra scelta se cuocerli in forno o in padella, avendo cura di girarli delicatamente per evitare che si rompano...
ed eccoli serviti!!

Riso venere con zucca, gamberetti e semi di zucca

Se in luogo della pasta oggi vorrete deliziarvi con un piatto di riso, peraltro speciale in senso visivo e nutrizionale, quale la qualità "venere", la vostra Piggy vi propone un condimento a base di zucca e gamberetti, impreziosito dalla croccantezza dei semi di zucca, a contrasto con la morbidezza della crema dell'ortaggio!

Ingredienti per 4 persone:

- 5 cucchiai di olio d'oliva
- 1\2 cipolla bianca
- 200 gr di zucca
- 250 ml di fumetto di pesce
- 200 gr di riso venere
- 150 gr di gamberetti
- 3 cucchiai di semi di zucca
- sale

Partiamo dalla cipolla, affettata sottilmente e soffritta nell'olio a fiamma dolce

All'intingolo ho aggiunto la zucca, pulita da buccia e semi e tagliata a cubetti. Ho regolato di sale

Dopo aver fatto rosolare la zucca per una decina di minuti, fino a farla appassire, ho aggiunto il riso e l'ho lasciato tostare

Ho bagnato un po' alla volta con un mestolo di fumetto di pesce.
A metà cottura, ho amalgamato i gamberetti, già sgusciati e puliti e terminato la cottura per i rimanenti 10 minuti

Ho impiattato ed arricchito il risottino con semi di zucca cosparsi in superficie, che hanno determinato un bel contrasto di croccantezza 😉