martedì 11 aprile 2017

Fagottini di pasta fillo ripieni alla crema e mele

E' la prima volta che mi cimento con l'utilizzo della pasta fillo. Si tratta di una varietà della pasta sfoglia preparata in fogli separati e sottilissimi come carta. Infatti, "phyllo" deriva dal greco e significa "foglia". A differenza della più comune pasta sfoglia, la pasta fillo è prodotta senza aggiunta di grassi, tant'è che mentre la prima solitamente viene spennellata con un tuorlo d'uovo e/o latte, la pasta fillo si spennella con l'olio, e non solo in superficie, bensì nei diversi strati.
Essa è molto utilizzata nella cucina mediorientale ed in quella greca. La preparazione più nota è la "baklava", un dolce ripieno di frutta secca (noci tritate o anche pistacchi) e ricoperto con uno sciroppo di zucchero e succo di limone oppure miele speziato con acqua di rose.
Io ne ho ricavato dei triangolini ripieni con crema pasticcera e cubetti di mela aromatizzati con cannella...croccanti fuori e morbidi dentro!

Ingredienti per una decina di triangolini:

- 1 rotolo di pasta fillo a 7 strati
- 2 mele renette
- 1 cucchiaio di zucchero
- 1 pizzico di cannella in polvere
- 5 cucchiai di crema pasticcera
- zucchero a velo per spolverare

Come prima operazione ho sbucciato le mele, privandole anche di semi e torsolo e le ho ridotte a cubetti, poi, le ho cotte per qualche minuto in un tegame con un paio di cucchiai di acqua, zucchero e cannella, fino a farle appassire leggermente. Le ho disposte così in una terrina e le ho lasciate raffreddare
Ho mescolato la crema pasticcera ai dadini di mela. Per la preparazione della crema, vi rimando alle varie preparazioni pubblicate all'interno del blog...una crema classica, con tuorli d'uovo, zucchero, amido, latte e vaniglia

Dopo aver diviso gli strati di sfoglia in rettangoli, ho disposto un cucchiaio di ripieno sull'estremità dei fogli sovrapposti ed ho ripiegato formando dei triangoli, come vedete nella foto
Ho proceduto così per 2-3 giri, in maniera da racchiudere per bene la farcia all'interno ed evitarne la fuoriuscita

Ho disposto i fagottini così ottenuti, su una teglia da forno foderata con apposita carta, li ho spennellati con olio ed ho cotto i dolcetti per i primi 10 minuti a 180° e poi per altri 10 minuti a 200°

Ecco il risultato...croccanti fuori e morbidi dentro...una spolverata di zucchero a velo e gnam!!