domenica 21 ottobre 2018

Pollo alla castellana

Questa ricetta la dedico al "suggeritore"...il mio tesoro immenso...un giorno della scorsa settimana mi venne incontro entusiasta, col libro aperto e mi disse "mammaaaa...ho una ricetta che dobbiamo assolutamente preparare"...lasciandomi attonita e incuriosita. Sono felice di far TUTTO quanto con mio figlio...tutto ciò che determina un sorriso sul suo volto, rende felice anche me...e se poi per la gioia del momento occorre rivestire le vesti di chef...beh...direi che la strada è doppiamente comune!
Grazie alla nonna Anna che ci ha procurato gli ingredienti, domenica scorsa a pranzo abbiamo gustato questo manicaretto preparato insieme.

Ingredienti per 4 persone:

- 1 kg di coscette di pollo
- 3 cucchiai di olio
- 1 cucchiaio di miele
- succo di 1/2 arancia
- succo di 1/2 limone
- una presa di sale

Dopo aver leggermente oleato una pirofila, vi abbiamo sistemato le coscette di pollo ben pulite e lavate

Poi, le abbiamo spennellate, come da ricetta, con un velo di miele. Vi dirò...l'idea non mi convinceva più di tanto, ma invece il miele ha determinato quel tocco di gusto niente male

A seguire, il succo d'arancia

ed anche il succo di limone

A questo punto, la ricetta indicava di coprire la pirofila con carta alluminio...cottura, che io sappia, solitamente indicata per evitare che si asciughino i liquidi di cottura e che le carni rimangano umide. Tuttavia, "col senno di poi", lo sconsiglio e lo eviterei in un repete della ricetta, poiché il pollo ne sprigiona già di suo di liquido e poi perché ciò ha determinato un sapore più sul lesso, laddove invece, specialmente se il pollo è lasciato con la pelle, è più indicata una cottura diretta, con combinato grill magari.

Ad ogni modo, se vi state chiedendo com'è venuto...non dubitate 😄...lo abbiamo mangiato per certo...un po' molto succoso ma altrettanto gustoso!
Grazie amore mio per la tua ricettina...la rifaremo senz'altro senza coprire la pirofila 👌👍

venerdì 19 ottobre 2018

Paccheri con fasulari, gamberetti e melanzane

Amo preparar da mangiare per le persone che amo...è ciò che distingue il mero "cucinare" dal "preparare"...è uno dei modi di esprimere il mio amore, anche a tavola. Una volta trovati questi bei fasulari freschi, li ho subito acquistati e, rientrata a casa, li ho abbinati ad una confezione di pasta fresca tipica napoletana e ad una dadolata di melanzane fritte. Il tutto ha dato luogo ad una squisitezza che abbiamo gustato sulla loggia, purtroppo con vista centro commerciale piuttosto che mare, ma ciò che più conta è, come dicevo, l'amore che lega le persone che stanno insieme, al di là di luoghi e circostanze.

Ingredienti per 4 persone:

- 300 gr di fasulari
- 1 grossa melanzana globosa
- 2 spicchi di aglio
- 50 ml di olio d'oliva
- 250 gr di gamberetti
- 1 bicchierino di vino bianco
- 15 pomodori ciliegino o datterino
- 500 gr di pasta tipo paccheri
- sale, pepe e basilico

In quanto globosa, per evitare l'eccessivo assorbimento di olio, ho trattato la melanzana prima della cottura, ponendola sotto sale, a dadini, poi strizzati e infine soffritti in olio e aglio

Ho aggiunto i gamberetti freschi e, dopo qualche minuto, ho sfumato col vino bianco

Una volta che il vino è evaporato, ho aggiunto i pomodorini ed ho lasciato cuocere per una decina di minuti a fiamma media, regolando di sale e con una macinata di pepe

Da ultimo, ho aggiunto i fasulari, anch'essi previamente "preparati", cioè ben lavati e posti in acqua salata a scaricare la sabbia contenuta all'interno delle valve

Per una migliore mantecatura della pasta, ho messo da parte per due minuti le valve, tenendole in caldo, ed ho fatto saltare i paccheri nel condimento

Dopo, li ho impiattati e serviti con i fasulari a decorazione!
Che bontà!

Insalata ricca di orzo perlato

Approfittiamo di queste residue belle giornate di sole per gustare anche piatti non caldi...specialmente per chi come me riesce anche a malapena a sedersi a tavola...trovare un piatto pronto non è niente male.
L'orzo perlato, peraltro, è ricco di fibre e vitamine e, come il riso, si presta ad essere condito nei modi più vari, anche in insalata.
In questa ricetta l'ho preparato con dadini di pomodoro, olive paesane, caciocavallo, tonno, capperi e uovo sodo...vi dirò...una squisitezza ed una bomba di energia!!

Ingredienti per 4 persone:

- 250 gr di orzo perlato
- 3 pomodori perini maturi
- 2 cucchiai abbondanti di olive denocciolate sott'olio
- una larga fetta di caciocavallo
- una manciata di capperi
- 160 gr di tonno sott'olio
- 2 uova sode
- maionese (facoltativa)

Dopo aver lessato l'orzo, l'ho scolato e messo a raffreddare in una terrina; poi, vi ho aggiunto i pomodori, ben lavati e tagliati a pezzetti piccolini

Ho aggiunto le olive paesane, denocciolate e sgocciolate dall'olio di conserva

Ho, inoltre, aggiunto una fetta spessa di caciocavallo, tagliata a pezzetti

a seguire, una manciata di capperi

una scatoletta di tonno, previamente sgocciolato dall'olio di conserva

e, per finire, le due uova sode, ridotte a pezzetti.

Ecco qua...una bella rimestata e via in luogo fresco e asciutto fino al momento di servire. Può essere preparata anche il giorno prima per l'indomani ed è un ottima idea per buffet e pranzi a sacco.
Se volete arricchire ancor più di gusto la vostra insalata, potrete amalgamarvi qualche cucchiaio di maionese 😋